Jump to Navigation

COMUNICATO STAMPA - Mancata disdetta della prenotazione

Data Pub: 
27/03/2019

Per incentivare l’utenza ad una prudente fruizione dei servizi sanitari, onde evitare sprechi di risorse pubbliche, sia le disposizioni nazionali che quelle regionali prevedono l’irrogazione di penali nei confronti degli assistiti che non disdicono una prenotazione nei tempi e nei modi previsti. L’importo della penale è pari al ticket previsto per la prestazione specialistica non eseguita.

Una prenotazione non disdetta difatti diventa un posto occupato immotivatamente e provoca all’azienda, al Sistema Sanitario Regionale ma soprattutto alla Collettività un danno economico nonché un ritardo nella tutela della salute pubblica.

Il danno al Sistema e alla Collettività è di particolare rilevanza: non consente difatti di riassegnare la prenotazione ad un’altra persona, che ne avrebbe potuto usufruire, allungando di conseguenza le liste d’attesa, e blocca l’utilizzo di risorse umane e attrezzature specialistiche senza motivo.

A tal fine nei prossimi giorni, verranno spedite, da questa Azienda, delle  lettere con le quali vengono comminate le sanzioni a tutti quei pazienti che non hanno disdetto la prenotazione e non si sono presentati per ricevere la prestazione prenotata nell’anno 2018.

La sanzione viene comminata anche se il cittadino è esente, come previsto dalle disposizioni normative di riferimento.

Nella nota inviata sono indicati il codice della prenotazione, con la data dell’appuntamento mancato, l’entità della sanzione, le modalità di pagamento e i recapiti per presentare eventuali memorie difensive.

E’ possibile giustificare la mancata disdetta in caso di: ricovero in una struttura sanitaria o altro motivo di salute, accesso al pronto soccorso, restrizione della libertà personale, decesso; grave impedimento (lutto familiare, incidente stradale, cause di forza maggiore).

COMUNICATO STAMPA - Conclusa la fase di emergenza programmata

 
Si sono conclusi intorno alle 15,00 del 24/03/2019 i lavori di sostituzione di una cabina elettrica da parte dell'ENEL ed è stata ripristinata la regolare fornitura di energia elettrica al Policlinico "G. Martino". Si è così conclusa la fase di emergenza programmata che ha visto impegnato il personale dell'A.O.U., enti ed istituzioni del territorio, a partire da mercoledì scorso.
 
Le attività sono tornate alla normalità, con la riapertura del Pronto Soccorso Generale, Pediatrico e Ostetrico. Sono state riattivate tutte le attività per affrontare le emergenze/urgenze (Stroke, Rete IMA, Chirurgia Vascolare, Neurochirurgia, Politrauma, Chirurgia Pediatrica, Ostetricia, endoscopia Gastroenterologica, Dialisi, Terapia Intensiva).
 
"Sento l'obbligo di ringraziare - afferma il Commissario Straordinario dell'A.O.U., dott. Giuseppe Laganga - tutti i professionisti che a qualsiasi titolo lavorano in Azienda oltre i componenti l'unità di crisi che in questi giorni si sono prodigati per gestire l'emergenza e la cittadinanza per la sensibilità dimostrata. I messinesi, infatti, hanno dimostrato, ancora una volta, grande maturità e la loro collaborazione ha evitato situazioni di difficoltà. Ci scusiamo con l'utenza per gli eventuali disagi arrecati, ma i lavori erano improcrastinabili.
 
Fondamentale è stato il coordinamento di S.E. il Prefetto, l'apporto del Comune e della Polizia Municipale, della Città metropolitana e della Polizia provinciale, delle altre aziende sanitarie e ospedaliere cittadine e regionali, delle strutture sanitarie private, del 118, della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco, delle forze dell'ordine, della Brigata Aosta e dell'ENEL e tutte le ditte che erogano servizi per l'AOU i quali hanno dimostrato un vero attaccamento ali' Azienda. Un doveroso ringraziamento lo rivolgo, altre sì, agli organi di stampa, il cui supporto ha permesso una diffusione capillare delle informazioni destinate all'utenza. Pari riconoscenza va agli studenti del corso laurea di infermieristica, ai privati ed alle associazioni di volontariato che hanno proficuamente contribuito al superamento del momento di emergenza. 
 
Deve essere sottolineato, inoltre, il grande lavoro svolto da tutto il personale dell'A.O.U. che, anche in questa occasione, ha mostrato tutta la propria professionalità e disponibilità.
 
La sinergia che si è creata, a servizio della città, ha fatto sì che i disagi fossero limitati e ha permesso di evitare situazioni di pericolo".
 
 

Ringraziamenti del Sig. Wood al Prof. A. David e al personale dell’U.O.C. Anestesia e Rianimazione

Data Pub: 
18/03/2019

Il Sig. Alan D Wood, in occasione del suo 50° anniversario di matrimonio, ha deciso insieme alla moglie Margaret di festeggiare questo evento in Sicilia. Durante il soggiorno, la moglie ha accusato un malore che l’ha vista costretta ad essere ricoverata d’urgenza presso l’U.O.C. Anestesia e Rianimazione del Prof. A. David.
 
Il Sig. Wood esprime, nella sua lettera di ringraziamento, tutta la sua stima per l’alta professionalità e umana comprensione dell’équipe del reparto, ed in particolare per la vicinanza del Prof. David, del quale ne ha ammirato da subito la dedizione, che lo ha tenuto costantemente informato, in lingua inglese, sulle condizioni della Sig.ra Margaret.
 
Ne è nato un forte legame con il personale del reparto, sempre pronto a prestare assistenza, e con i parenti degli altri pazienti. Ha apprezzato il clima di cortesia e gentilezza che si avverte nel reparto di Anestesia e Rianimazione, favorendo l’instaurarsi di un rapporto amichevole fra parenti e personale medico e paramedico.
 
Ricorda con particolare emozione il momento delle dimissioni della moglie, la mattina del giovedì 7 marzo dopo un periodo di circa 4 settimane, con il saluto del Prof. David e dei suoi collaboratori verso i quali sente un forte legame.
 
I Sig.ri Wood sono tornati nel loro paese, dove li attendeva un’ambulanza per condurre la Sig.ra Margaret all’ICU della Lincoln County Hospital. La mattina seguente insieme alle loro figlie si sono incontrati con un medico che ha spiegato loro tutti i dettagli del quadro clinico. Dopo alcuni giorni la Sig.ra Margaret, confortata da tutta la famiglia, si è spenta serenamente. 
 

Dormire sano per invecchiare bene

Data Pub: 
14/03/2019

Il 15 Marzo si celebra la giornata internazionale del sonno.

E' noto che un buon sonno previene l'invecchiamento patologico per declino cognitivo e morbilità cardio-cerebrovascolare. Inoltre, dormire bene concorre ad evitare ipertensione arteriosa, intolleranza agli idrati di carbonio, steatosi epatica non alcolica, alterazioni ormonali e del tono dell'umore.

Tra i servizi diagnostico-assistenziali offerti nell'AOU "Policlinico G. Martino", è attivo da parecchi anni il centro AIMS (Associazione Italiana di Medicina del Sonno) quale punto di riferimento regionale per i disturbi sonno-correlati. Vi opera un'equipe di medici, una psicologa ed un tecnico di neurofisiopatologia, che si occupano della diagnosi e della presa in carico di varie patologie, quali insonnia, narcolessia, ipersonnie idiopatiche ricorrenti, alterazioni del ritmo circadiano e disturbi respiratori e dei movimenti in sonno. Il Centro ha recentemente avviato un percorso diagnostico-terapeutico per l'apnea ostruttiva nel sonno, che si avvale di una rete di consulenze interaziendali (pneumologica, otorinolaringoiatrica, cardiologica, endocrinologica, ecc.) al fine di completare un corretto iter assistenziale.

L'accesso alle prestazioni del Centro è estremamente agevole tramite il Centro Unico di Prenotazione (CUP), disponendo della richiesta del medico curante e/o dello specialista di riferimento con impegnativa per "visita neurologica per disturbi del sonno". In seguito, a ciò gli specialisti del Centro potranno richiedere e prenotare tutti gli esami diagnostici necessari, incluse polisonnografia e visite di controllo.  L'attesa massima per ottenere la prestazione richiesta non supera 2 settimane dal momento della visita, con ulteriore riduzione temporale se il paziente si trova già ricoverato nell'AOU.

Nell'ultimo anno il Centro ha seguito oltre 1600 pazienti, il 40% dei quali è costituito da casi di nuova osservazione. Tale presidio terapeutico di qualità è caratterizzato da semplicità di accesso, rapidità diagnostica, approccio multidisciplinare e garanzie di presa in carico nel follow-up, unitamente ad una professionalità certificata da società scientifiche nazionali ed internazionali. La direttrice del Centro è la prof.ssa Rosalia Silvestri, docente di Neurologia ed esperta riconosciuta nel settore della Medicina del Sonno.

Giornata Didattica Pneumologica Messinese

Data Pub: 
12/03/2019

Giornata Didattica Pneumologica Messinese

Mercoledì 26 marzo 2019 ore 15,00 - Aula didattica G. Babolini -1° piano, padiglione H dell’AOU Policlinico G. Martino di Messina

inerente alle tematiche della gestione del Paziente con tracheostomia, delle principali nozioni di Genetica Medica per lo Pneumologo e sulle attività dell'Ambulatorio BPCO post-dimissione POLIME.

 

Programma

 

 

 

SEMINARI DI ENDOCRINOLOGIA 2019

Data Pub: 
11/03/2019
I seminari di Endocrinologia del 2019 sono stati pensati per favorire l’aggiornamento multitematico e pluridisciplinare non solo degli Specialisti in Endocrinologia, ma anche di tutti coloro che dimostrano interesse culturale verso questa branca della medicina. Gli argomenti sono stati selezionati in modo da coprire un ampio ventaglio delle competenze endocrinologiche, soprattutto in settori innovativi o meno frequentemente trattati in occasione dei ricorrenti eventi congressuali, workshop o corsi di aggiornamento. Il programma dedica, inoltre, ampio spazio al rapporto interattivo fra docenti e discenti. I relatori dei seminari si caratterizzano per le ampie e internazionalmente riconosciute competenze scientifico-assistenziali nei vari argomenti e per essersi distinti in attività di ricerca di base e applicata alla clinica. Il calendario dei seminari prevede una ampia distribuzione durante l’anno solare così da favorire la stabilità e continuità del rapporto docenti/discenti.
 
 
 
 
 
 
 

Pagine

Iscriviti a Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "G. Martino" - Messina RSS


Main menu 2