Jump to Navigation

Matteo Marzotto Presidente della FFC visita il Centro di Fibrosi Cistica di Messina

Data Pub: 
13/06/2019

Matteo Marzotto, Presidente della FFC, Fondazione che raccoglie ogni anno oltre 5 milioni di Euro per la ricerca di base e clinica nella Fibrosi Cistica (FC), ha voluto visitare il Centro di Messina della AOU, il primo Centro da Roma in giù ad avere conseguito l’accreditamento di eccellenza,  che ha in cura il maggior numero di persone con FC  in Sicilia provenienti per oltre il 74% da altre province siciliane e calabresi e dalla Puglia. Marzotto è stato accolto dal Dott. Giuseppe Laganga, Commissario Straordinario della AOU Messina, dopo essere stato accompagnato nella visita del reparto dal Prof. Giuseppe Magazzù, Direttore della UO di Gastroenterologia Pediatrica e Fibrosi Cistica, dalla Dottoressa Maria Cristina Lucanto, Responsabile del Centro per la Fibrosi Cistica e da tutto il team assistenziale, oltre che dal Direttivo della Lega Italiana (delle Associazioni) Fibrosi Cistica, comitato provinciale e da rappresentanti dei Lions Club Zona 7 . Nel corso della sua visita, Marzotto si è intrattenuto con ciascuna delle persone adulte (che costituiscono oltre il 50% delle persone in cura presso il centro di Messina) che occupavano le 8 stanze di degenza, alle quali è stato donato un libro con le immagini delle iniziative sviluppate dalla FFC nei vari anni. Marzotto si è compiaciuto della strutturazione e organizzazione del reparto di degenza e degli ambulatori, di recente rinnovati,  che l’AOU ha voluto mettere a disposizione delle persone con FC, garantendo la continuità assistenziale dal neonato fino all’età adulta e quella culturale da parte di un team che da oltre 40 anni offre l’assistenza e la ricerca alle persone FC in cura. La visita al Centro è stata seguita stamattina dalla Traversata a nuoto dello Stretto, che Marzotto ha inteso  effettuare per tenere accesi i riflettori sulla FC allo scopo di incentivare la raccolta fondi per la Ricerca in una fase in cui già nuovi farmaci sono stati avviati e altri, che  sono  in sperimentazione anche nel Centro di Messina,  aprono nuove prospettive per la vita delle persone affette da FC.



Main menu 2