Jump to Navigation

Comunicati Stampa

chansneakers chansneakers.store
Air Jordan Future Glow In The Dark, Jordan Future Glow In The Dark Air Jordan Future Glow In The Dark, Jordan Future Glow In The Dark, The Best Air Jordan Future Glow

Morbo di Dupuytren: una iniezione perché le dita della mano tornino ad estendersi senza chirurgia

Data Pub: 
12/12/2014

Al policlinico G. Martino i primi due pazienti in Sicilia trattati con questo metodo

Una infiltrazione che consente di evitare l’intervento chirurgico. Per la prima volta in Sicilia due pazienti affetti dalla malattia di Dupuytren, patologia benigna che colpisce la mano, sono stati trattati presso l’AOU G.. Martino di Messina con iniezioni di collagenasi. Una procedura, quella eseguita dal Prof Michele Colonna nell’UOC diretta dal prof. Francesco Stagno D’Alcontres, che sfrutta le potenzialità di questo enzima per sciogliere le corde patologiche del morbo di Dupuytren, situate nel palmo della mano, che diventano spesse e tendono a retrarsi, impedendo la normale estensione delle dita. I due pazienti non hanno avuto nessun effetto avverso o complicazione; il farmaco iniettato consente di sciogliere la corda ripristinando una normale funzionalità. Si tratta di una sostanza innovativa, pertanto l’iniezione può essere effettuata solo da un chirurgo che abbia l’autorizzazione ufficiale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).

Fra le malattie della mano, quella di Dupuytren è probabilmente la più frequente. Colpisce con netta prevalenza il sesso maschile (il rapporto è di 10:1), ma il livello di gravità può essere lo stesso anche nelle donne. La sua incidenza tende ad aumentare passati i 50 anni di età. Si presenta per lo più sul lato ulnare della mano; nel 55% dei casi bilateralmente; le dita che vengono maggiormente colpite sono, in ordine di importanza, l’anulare (63%), mignolo (53%), medio (23%), indice (5%) e pollice 3%. Tra i vantaggi dell'utilizzo di questa metodica, l'assenza di ferite e quindi di cicatrici chirurgiche, un tempo di riabilitazione molto più limitato, che prevede di indossare un tutore estraibile per esercizi giornalieri e di notte per un mese, con libertà e ripresa dei movimenti dall'ottava giornata. E soprattutto un tasso di recidiva più basso del 20% rispetto alle recidive post-chirurgiche.

Comunicato

Tumori cerebrali infantili: un team dell’AOU G. Martino in Egitto Collaborazione e assistenza nei paesi dell’area del Mediterraneo

Data Pub: 
12/12/2014

Rafforzare il legame con la riva sud del mediterraneo e consolidare una collaborazione scientifica in materia di neurochirurgia.

Oggi una équipe dell’AOU “G. Martino” di Messina, guidata dal Prof. Francesco Tomasello e composta da personale universitario e aziendale, si trova al Cairo per visitare la Fondazione Ospedale Oncologico dei bambini. È un invito che la stessa struttura ospedaliera egiziana ha esteso ai professionisti per vedere da vicino come funziona questa realtà, osservando strumenti e  tecniche utilizzate per trattare le neoplasie cerebrali infantili.

È una iniziativa che si inserisce nel quadro di una collaborazione già da tempo avviata con i paesi dell’area del Mediterraneo. L’incontro sarà occasione per discutere i termini di un eventuale protocollo d’intesa. L’obiettivo è quello di creare una sinergia, tra l’Università di Messina, l’AOU “G. Martino” e la Fondazione Egiziana, per definire progetti comuni di neuroncologia pediatrica che abbiano valore sia sul piano delle ricerca, che dell’assistenza. Tutto ciò è al tempo stesso determinante per fare in modo che i percorsi di cura possano essere più omogenei e seguire standard appropriati e sicuri. 

Comunicato

Vitamina D: le novità della scienza Perché oggi il suo utilizzo può fare la differenza

Data Pub: 
12/12/2014

Sabato un corso destinato ai medici nell’aula conferenze del padiglione NI dell’AOU G. Martino

È sempre più cresciuto l’interesse scientifico rispetto alle potenzialità della vitamina D. Ed è per questa ragione che il 13 dicembre, con inizio alle 9, nell’aula conferenza del padiglione NI dell’AOU G. Martino, è stata programmata una giornata di studio che ha come focus specifico la vitamina D e le osteopatie metaboliche.

Rivolto ai medici chirurghi, il corso ecm è presieduto dal prof. Gianfilippo Bagnato e coordinato dal dott. Marco Atteritano, responsabile scientifico. L’obiettivo è quello di riconsiderare le “azioni classiche” della vitamina D alla luce di nuovi studi, dai quali emerge come i suoi recettori siano presenti in diverse parti dell’organismo. Tutto ciò, in determinate condizioni, renderebbe possibile alcuni effetti in passato nemmeno ipotizzati.

Da sempre considerata una vitamina chiave nei meccanismi che regolano il metabolismo minerale ed osseo, questa preziosa risorsa è stata associata ultimamente a diverse patologie che coinvolgono più ambiti di specializzazione. Ecco perché nel corso dell’incontro si alterneranno, oltre a diversi rappresentanti dell’azienda ospedaliera universitaria, anche professionisti provenienti da altre realtà, esperti nell’ambito del metabolismo minerale. 

Comunicato

Locandina

Malattie Neurologiche: confronto e innovazioni terapeutiche nel congresso SIN Sicilia 2014

Data Pub: 
12/12/2014

Emergenze, Malattie rare trattabili, Innovazioni diagnostiche e terapeutiche. Sono solo alcuni dei punti che verranno trattati il 12 e 13 dicembre al Palazzo dei Congressi dell’AOU “G. Martino”, durante il convegno della Società Italiana di Neurologia (SIN Sicilia). Una occasione di incontro e di approfondimento per numerosi neurologi che operano a livello regionale.

Il proposito è quello di illustrare e discutere da vicino aspetti clinici, diagnostici e terapeutici che abbracciano più settori di riferimento: Sclerosi Multipla, Epilessia, Malattia di Parkinson, Cefalea, Neuropatie periferiche, Demenze, Malattie muscolari, Malattie vascolari e Malattie rare del Sistema Nervoso Centrale e Periferico.  

In questa edizione, si registra particolarmente, una notevole produzione scientifica dei medici in formazione e dei giovani ricercatori Siciliani, che presenteranno un rilevante numero di contributi scientifici, suddivisi in sessioni di comunicazioni libere e poster. 

Per questo evento, il Comitato Scientifico della SIN Sicilia, costituito dal Segretario Regionale, prof. Antonio Toscano (Dipartimento di Neuroscienze, Università di Messina), dal dott. Marcello Romano (Divisione di Neurologia, Ospedale Villa Sofia di Palermo) e dal dott. Davide Maimone (Divisione di Neurologia, Ospedale Garibaldi di Catania), ha voluto specificamente selezionare quali relatori, neurologi di esperienza nazionale ed internazionale che illustreranno e discuteranno argomenti  di particolare interesse sia sul piano della ricerca che dell’assistenza 

Comunicato

Psoriasi: Più specialisti per un percorso di assistenza completo

Data Pub: 
04/12/2014

Domani un corso per i medici di base promosso dall’UOC di Dermatologia dell’AOU G. Martino

 

Trattare la psoriasi in maniera globale valorizzando l’importanza di un approccio che abbraccia più discipline.  “La psoriasi: da patologia della pelle a patologia infiammatoria multiorgano” è il titolo scelto per il corso che si terrà domani – a partire dalle 9 -  nell’aula dell’UOC di Dermatologia dell’AOU G. Martino ( padiglione H, quarto piano). Rivolto ai medici di base, l’incontro è promosso e organizzato dalla prof.ssa Serafinella Cannavò, direttore del reparto di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria. Una proposta formativa che punta a valorizzare il supporto multispecialistico, diffondendo nei professionisti che operano sul territorio una cultura più consapevole rispetto ai  nuovi scenari e metodi con i quali ci si deve rivolgere a un paziente affetto da psoriasi.

Dati epidemiologici su larga scala e solide evidenze scientifiche hanno, infatti, dimostrato come la psoriasi non sia più solo una patologia della pelle ma, talvolta, una malattia a carattere sistemico che, come nel caso di altre patologie infiammatorie croniche, impone al clinico una gestione che comprende più ambiti.

In particolare verrà definito da vicino l’algoritmo diagnostico multiorgano per la gestione dei pazienti dal momento della loro presa in carico e, trattandosi di patologia cronica, nel lungo periodo. L’obiettivo principale è quello di tracciare un percorso rigoroso e validato che possa portare all’indicazione di un metodo di base, comune e condiviso.

Una modalità, questa, che consente di individuare in tempo utile eventuali fattori di rischio che possono determinare l’ insorgenza di patologie a carico di altri organi.

 

Comunicato

Pronto soccorso AOU G. Martino: Da domani al via lavori di ristrutturazione

Data Pub: 
03/12/2014

Ampliare la sala d’attesa e strutturare un pronto soccorso più funzionale alle esigenze di pazienti e operatori. È con questo obiettivo che domani, nei locali dell’uoc di medicina e chirurgia d’accettazione e di urgenza, inizieranno alcuni lavori di ristrutturazione. Le attività assistenziali e gli ingressi in pronto soccorso saranno comunque garantiti. Per chi deve accedere il luogo di riferimento è sempre il padiglione E , ma attraverso un percorso alternativo dedicato.

Comunicato

Pagine

Iscriviti a RSS - Comunicati Stampa


Main menu 2